Destinazioni

La zona costiera

Home / Destinazioni / La zona costiera

La zona costiera

Il litorale del comune è costellato da varie località, tutte di grande interesse per chi desideri visitarle. Località quali Elounda, Plaka, Sissi, Milatos, Kalo Chorio nonché altri villaggi minori compongono la meravigliosa zona costiera.

Una zona sviluppata sia dal punto di vista culturale che da quello delle attività che vi si possono praticare. Spiagge pittoresche, la presenza di alberghi di lusso, di camere in affitto, di pittoresche taverne e di attrazioni turistiche spiegano in parte perché queste località litoranee sono maggiormente sviluppate e note al grande pubblico.

Informazioni utili

80 km di litorale,
oltre 70 spiagge,
27 Bandiere Blu

Villaggi costieri

Sul territorio dell’intero comune di Agios Nikolaos vi sono numerose spiagge. Potete scegliere tra piccole baie, immense distese di sabbia, insenature nascoste bagnate da acque cristalline. Sport acquatici, lidi attrezzati e taverne sul mare fanno la gioia di tutti i villeggianti. Oltre a godere della protezione offerta dal chiuso golfo di Mirabello, tutte le spiagge corrispondono agli standard europei e molte di esse sono insignite della bandiera blu.

Attività

Agios Nikolaos offre un’ampia gamma di attività tutto l’anno. Cercate quella che vi interessa.

Monumenti di arte sacra

Agios Panteleimon

Siamo in presenza di una chiesetta completamente ristrutturata agli inizi del 19° secolo. I pannelli ornamentali incastonati nella parete meridionale, sopra l’architrave, giunti fino a noi, indicano che la chiesa è probabilmente più antica. La chiesa fu evidentemente distrutta da un incendio, dato che dell’iconostasi un tempo finemente decorata si sono salvati solo la croce e l’immagine semidistrutta di Agios Panteleimon.

Agios Georgios

La chiesa si trova sul versante orientale dell’isolotto e fu eretta durante la dominazione Veneziana, come annotato per la prima volta sul progetto di Filippo Verneda (1653). Fu restaurata all’epoca del lebbrosario.

Agios Panteleimon

La chiesa si trova sul versante occidentale dell’isolotto e fu eretta, stando all’epigrafe di fondazione murata nella facciata occidentale. Nel 1709. La chiesa è stata restaurata agli inizi del 20° secolo ed ha funzionato come chiesa maggiore durante il periodo di funzionamento del lebbrosario.